Elisabetta Rasy

Elisabetta Rasy è nata a Roma, ma ha trascorso l'infanzia a Napoli, città della famiglia paterna. Tornata nella capitale, dove ancora vive, ha esordito nel 1985 con il romanzo La prima estasi, meditazione sulla figura di Teresa di Lisieux, che ha vinto il premio Mondello Opera Prima. È il primo romanzo ispirato a quella "storiografia dell'interiorità" che diviene una delle più intense impronte della scrittura di Rasy. Nel 1997 ha vinto con Posillipo il premio Selezione Campiello. Il suo nuovo libro, Non esistono cose lontane, è un’originale orchestrazione di scrittura musicale e trame sonore, un intreccio di epoche e voci diverse, dove la passione risuona di una sua colonna sonora speciale (tanto che alla fine del romanzo, il lettore trova un’originalissima playlist dei pezzi classici e delle canzoni citate).