Giulio Casale

Giulio Casale è nato nel 1971 a Treviso. Nel 1991 lascia una carriera nella pallacanestro e fonda il gruppo degli Estra, con i quali rimane fino al 2004. Nel 2000 pubblica Sullo zero, poemetto in versi che diventa anche un concerto-reading. Nel 2001 è chiamato a rileggere Ciao amore, ciao di Luigi Tenco nel disco tributo Come fiori in mare. Nel luglio 2004, con la partecipazione al Festival Teatro Canzone “Giorgio Gaber”, getta le basi per il suo nuovo percorso artistico, che lo porta a pubblicare nel 2005 il mini-cd da solista L'uomo col futuro di dietro e al disco In fondo al blu. Del 2006 il suo secondo libro, Se ci fosse un uomo – Gli anni affollati del Signor Gaber, e lo spettacolo di teatro-canzone Polli di allevamento di Giorgio Gaber e Sandro Luporini; del 2008 lo spettacolo Formidabili quegli anni insieme a Mario Capanna. Nello stesso anno pubblica la raccolta di racconti Intanto corro. Nell'autunno 2009 torna a teatro con La canzone di Nanda, spettacolo basato sui diari di Fernanda Pivano. Nel 2010 scrive una canzone per il film di Aldo Giovanni & Giacomo La banda dei babbi natale e presenta il nuovo spettacolo The beat goes on. Nel 2014, mentre è in tour con l’incontro-spettacolo dedicato a Fabrizio De André Le cattive strade, annuncia la reunion degli Estra. Le sue canzoni racconteranno gli anni Settanta e l’amore narrati da Giovanni Pacchiano in Era un’altra stagione amore mio.