Haim Baharier

 Haim Baharier è studioso ed ermeneuta, psicanalista e matematico, ma anche commerciante di preziosi e consulente aziendale. Nato a Parigi da genitori ebrei di origine polacca, entrambi passati attraverso l’orrore di Auschwitz, è stato allievo di Emmanuel Lévinas, uno dei maggiori filosofi del Novecento, e di Léon Askenazi, il padre della rinascita del pensiero ebraico in Francia. Tiene da molti anni memorabili lezioni di esegesi biblica.

La Genesi spiegata da mia figlia, il suo primo libro, nasce dagli incontri che ha tenuto nell’inverno 2006 al Teatro Dal Verme a Milano e che ogni volta registravano il tutto esaurito. Sono seguiti Il tacchino pensante, Le dieci parole. Il decalogo come non lo hai mai sentito raccontare, Qabbalessico, I fini ultimi. La cura responsabile. Al festival, Baharier presenterà La valigia quasi vuota, ambientato tra Parigi e Milano, tra passato e presente. Del suo racconto Baharfier dice: “Questo libro è molte cose insieme: non è un romanzo ma lo sembra, non è un’autobiografia ma ci somiglia, non è un saggio ma molto di più, non è un giallo ma ne ha alcune innervature”. Al pubblico delle Corde dell’Anima il compito di scoprirne il proprio personale significato.